Questo sito contribuisce alla audience di

Bellinzóna

capitale del canton Ticino (Svizzera), 229 m s.m., 16.880 ab. (stima 2006).

Città della Svizzera meridionale, situata sulla sinistra del fiume Ticino, a 15 km dalla foce nel lago Maggiore, alla confluenza delle valli Leventina e Mesolcina. Importante punto strategico nei secoli scorsi, è un attivo centro commerciale e industriale (stabilimenti alimentari, grafici, cartari e per la lavorazione del legno) su una delle principali direttrici di traffico tra l'Italia e la Germania (passi del San Gottardo e di San Bernardino). § Nota attorno alla fine del sec. I a. C. come fortezza romana; nei suoi pressi si svolse verso il 330 una battaglia che vide Costantino II trionfare sugli Alamanni. Nel sec. IX fu dominio del vescovato di Como che se la tenne fino al sec. XIV quando (1396) passò ai Visconti, spesso però oggetto di contesa tra i Milanesi e i cantoni svizzeri confinanti, fino a che nel 1467 Milano e la Confederazione stipulavano un trattato d'amicizia. Contemporaneamente Milano firmava un trattato d'alleanza con Carlo il Temerario, nemico degli Svizzeri. Oltre che dai Milanesi Bellinzona fu occupata dai Francesi per entrare a far parte nel 1500 dei domini dei Waldstaetten, fino a che, affrancatasi dai cantoni tedeschi, nel 1798 la città divenne capitale dell'omonimo cantone e nel 1803, con l'Atto di mediazione, del canton Ticino. § L'abitato di Bellinzona è dominato da tre grandi castelli, dichiarati nel 2000 Patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO: il Castello Grande o Uri, il Castello di Montebello o di Schwyz, risalente all'inizio del sec. XIV, che ospita il Museo storico (ricco di collezioni preistoriche) e il Castello di Sasso Corbaro o di Unterwald (1479). Degna di interesse è la collegiata in stile rinascimentale (iniziata nel 1517); l'interno, a una navata, presenta una ricca decorazione barocca e stucchi del sec. XVII. La chiesa di S. Maria delle Grazie a Ravecchia, consacrata nel 1505, conserva un ciclo di affreschi attribuiti alla scuola di Gaudenzio Ferrari. Affreschi di scuola lombarda (sec. XIV) conserva la chiesa romanica di S. Biagio, pure a Ravecchia.§ Ogni primavera, da 150 anni, a Bellinzona si celebra uno dei carnevali più allegri e colorati del Paese, chiamato Rabadan, mentre a fine giugno, la città ospita un importante Blues Festival.