Questo sito contribuisce alla audience di

Benjamin, Walter

scrittore, filosofo, critico letterario tedesco (Berlino 1892-Port Bou 1940). Una delle personalità più ricche e originali della cultura tedesca del Novecento, Benjamin ha lasciato studi e saggi di assoluta importanza, come quello su Parigi, capitale del XIX secolo (1940; trad. it. 1986) o L'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità tecnica (1936; trad. it. 1966) e le Tesi di filosofia della storia (1940; trad. it. 1962), uno dei suoi testi di maggiore risonanza da cui emerge una rinnovata concezione del “tempo storico” che innesta sulla filosofia marxista della storia l'antica radice del messianismo ebraico. Ma fortemente innovativa è stata anche la sua attività di critico letterario, in cui esordisce, nel 1919, con la tesi di laurea dedicata alla rilettura del dramma barocco tedesco, per poi rivolgersi a espressioni letterarie dell'età moderna e contemporanea: da Goethe a Baudelaire, dai surrealisti a Brecht, da Proust a Kafka. Lasciata la Germania da esule nel 1933, Benjamin soggiorna a lungo a Parigi, dove, attraverso un intenso lavoro di ricerca alla Biblioteca Nazionale, sviluppa la sua indagine sulla città nella cultura dell'Ottocento. Pressato dagli eventi bellici, da Parigi lo scrittore fugge verso il Sud della Francia. Nel settembre del 1940, tenta di passare illegalmente la frontiera con la Spagna; fermato a Port Bou, si uccide. Dal dopoguerra, il pensiero di Benjamin assume progressiva importanza, si comincia ad avvertire in esso una nuova interpretazione del “tempo storico” e un'originale accostamento fra teologia e politica. In Italia, molto si è discusso dell'opera di Benjamin a partire dalla traduzione della raccolta di saggi dal titolo Angelus Novus (1962). La pubblicazione delle opere, di cui tra il 1972 e il 1977 è uscita a Francoforte un'edizione critica completa, è curata in Italia dall'editore Einaudi.

Bibliografia

T. W. Adorno, Su Walter Benjamin, trad. it. parziale in Prismi, Torino, 1972; G. Scholem, Walter Benjamin e il suo Angelo, Milano, 1978; G. Schiavoni, Walter Benjamin. Sopravvivere alla cultura, Palermo, 1980; M. Brodersen, Walter Benjamin. Bibliografia critica generale (1913-1983), Palermo, 1984; J. Roberts, Walter Benjamin, Bologna, 1987; E. Guglielminetti, Walter Benjamin: tempo, ripetizione, equivocità, Milano, 1990.

Media


Non sono presenti media correlati