Questo sito contribuisce alla audience di

Hurtado de Mendoza, Antonio

autore teatrale e poeta spagnolo (Castro Urdiales, Santander, 1586-Saragozza 1644). Segretario di Filippo IV e del tribunale dell'Inquisizione, cavaliere di Calatrava, fu amico di Lope de Vega, Mira de Amescua e Vélez de Guevara. Scrisse commedie quali Querer por sólo querer, El marido hace mujer y el trato muda costumbre, cui si ispirò forse Molière per L'école des maris, Los empeños del mentir, che ricorda La entretenida di Cervantes e che fu ripresa da Lesage in Crispin rival de son maître. Poeta essenzialmente cortigiano, Hurtado de Mendoza imitò Góngora e Quevedo in composizioni di scarso rilievo (Vida de Nuestra Señora, post. 1672; El Fénix Castellano, post. 1690).

Media


Non sono presenti media correlati