Questo sito contribuisce alla audience di

Kjahta

città (18.431 ab., stima 2005) della Russia, nella Repubblica autonoma dei Buriati, 200 km a SSW del capoluogo Ulan-Ude, sul confine con la Mongolia. Anche Kjakhta e Kiahta. § Già grande centro di traffici tra la Russia e la Cina (tè, pelli, pellicce), diminuì la sua importanza con la costruzione della Transiberiana. Vi vennero stipulati due accordi: nel 1727 tra Russia e Cina che, modificando il Trattato di Nerčinsk del 1689, stabiliva una nuova definizione confinaria tra i due Paesi, la cui linea divisoria venne fatta all'incirca coincidere con quella segnata dal corso dei fiumi Amur e Ergun He. Il trattato, che rimase in vigore fino al sec. XIX, assicurava alla Cina una posizione di relativa tranquillità lungo i confini settentrionali dell'impero e concedeva inoltre alla Russia una sede commerciale permanente a Pechino e la possibilità di far entrare ogni anno in Cina o in Mongolia una carovana di 300 membri. L'altro accordo fu stipulato nel 1915 (7 giugno), sottoscritto tra Cina, Russia e Mongolia Esterna e relativo all'autonomia di quest'ultima.

Media


Non sono presenti media correlati