Questo sito contribuisce alla audience di

Malkovich, John

attore statunitense (Christopher, Illinois, 1953). Interessato alla recitazione sin da giovane, fonda nel 1976 la compagnia Chicago's Steppenwolf Ensemble, con la quale, più tardi, si farà notare a New York come protagonista in un lavoro off-Broadway di S. Shepard, True West, con cui vince nel 1984 l'Obie-Award, l'Oscar di Broadway. Sempre nel 1984 ottiene la nomination all'Oscar come migliore attore non protagonista per il suo film di esordio Le stagioni del cuore. Dopo Urla del silenzio (1984), ottiene innumerevoli consensi al fianco di D. Hoffman nel film Morte di un commesso viaggiatore (1985) di V. Schlöndorff. Arriva, comunque, al successo solo nel 1987 come protagonista di L’impero del sole di S. Spielberg. Ormai affermatosi, interpreta, grazie anche al suo particolarissimo sguardo, diversi ruoli caratterizzanti come quello di un magnifico seduttore in Le relazioni pericolose (1988) di S. Frears, di un agiato viaggiatore in crisi in Il tè nel deserto (1990) di B. Bertolucci, di Dr. Jakyll e Mr. Hyde in Mary Reilly (1995), ancora di S. Frears, di un despota sadico in Ritratto di signora (1996) di J. Campion, e di se stesso in Essere John Malkovich (1999) di S. Jonze. Nel 2002 smette i panni di attore per curare la regia di Danza di sangue, film interpretato fra gli altri da L. Morante, tratto dall'omonimo romanzo di N. Shakespeare e che narra della cattura di A. Guzmán, fondatore del movimento guerrigliero peruviano Sendero Luminoso. Nel 2003 ha interpretato Un film parlato di M. de Oliveira. Nel 2004 ha recitato in Libertine di L. Dunmore e nel 2006 in Colour me Kubrick. Nel 2008 ha interpretato un ex agente della CIA nella commedia Burn after reading dei fratelli Coen. Nel 2008 interpreta Changeling di C. Eastwood.