Questo sito contribuisce alla audience di

Megalòpoli

centro (5283 ab., stima 2005) della Grecia, nel nomós dell'Arcadia (Peloponneso), 24 km a SW di Tripoli, a 427 m sulle rive dell'Elissone, affluente dell'Alfeo. Mercato agricolo. § Situata quasi ai confini con la Laconia e la Messenia, l'antica Megalopoli fu fondata, sembra, nel 370 a. C., per iniziativa degli Arcadi di Mantinea, Tegea, Clitor, Menali e Parrasi e con l'appoggio dei Tebani perché, nel cuore stesso del Peloponneso, costituisse un baluardo contro Sparta. Suoi abitanti furono, per coercitivo sinecismo, le genti arcadi. Divenne da allora la principale città del koinon arcade e la sede degli organismi federali. Ivi, nel 331 a. C., Antipatro di Macedonia sgominò l'armata del re spartano Agide III. Ivi ancora, nel 227 a. C., si svolse la celebre battaglia tra Arato di Sicione, capo della Lega Achea, e Cleomene III re di Sparta, risoltasi in favore di quest'ultimo. Gli scavi archeologici hanno consentito di ricostruire in parte la topografia della città, che si estendeva sulle due rive dell'Elissone. Sono stati messi in luce il teatro, il Thersilion (sede del consiglio), il santuario di Zeus Sotèr e il portico di Filippo.

Media


Non sono presenti media correlati