Questo sito contribuisce alla audience di

Orel (città)

capoluogo della provincia omonima (Russia), 198 m s.m., 325.900 ab. (stima 2006).

Sorge lungo il fiume Oka, 320 km a SSW di Mosca. Nodo stradale e ferroviario, è sede di industrie. § Fondata come fortezza di confine contro i Tartari da Ivan IV il Terribile (ca. 1564), fu occupata poi (1605-07) dalle forze del “Falso Demetrio” e da quelle del secondo “Falso Demetrio”. Morto costui (1610), la città si diede ai Polacchi che tuttavia la distrussero. Devastata nuovamente da un incendio (1673), fu ricostruita alla confluenza dell'Oka e dell'Orlik, divenendo un grosso centro industriale e commerciale. Nel 1919 fu occupata dalle truppe “bianche” del generale Denikin e nel 1941 venne occupata dai tedeschi nel corso della loro offensiva verso Mosca e liberata dalle truppe sovietiche il 5 agosto 1943 (vedi anche battaglia di Orel).

Media


Non sono presenti media correlati