Questo sito contribuisce alla audience di

Sardanàpalo

(greco Sardanápalos; latino Sardanapālus). Leggendario re assiro (sec. VII a. C.) che adombra la figura storica di Aššur-bān-apli. Ricchissimo ed effeminato, assediato in Ninive dai Medi, si sarebbe gettato nel rogo del proprio palazzo con le sue donne e tutti i beni di sua proprietà. La leggenda fonde probabilmente due diversi avvenimenti: la morte di Šamaš-šum-ukīn, nella città assediata (648) dal fratello Aššur-bān-apli, e la caduta di Ninive a opera dei Medi (612).§ La più famosa rielaborazione letteraria della leggenda di Sardanapalo è la tragedia Sardanapalus (1819) di G. Byron che fa di Sardanapalo un eroe modellato a propria immagine e somiglianza. Da Byron presero ispirazione E. Delacroix per il quadro La morte di Sardanapalo e H. Berlioz per la cantata Sardanapale. ❏ Per antonomasia il nome del re è entrato nel linguaggio comune a indicare persona dedita al lusso e ai piaceri.

Media


Non sono presenti media correlati