Questo sito contribuisce alla audience di

chiasmo

(anche chiasma), sm. [sec. XIX; dal greco chiasmós, disposizione a forma di χ (la lettera greca “chi”), tramite il latino chiasmus].

1) Figura retorica per la quale viene invertito l'ordine delle parole nelle corrispondenti espressioni di una frase in modo da ottenere una disposizione incrociata dei termini: lavorare e faticare, faticare e lavorare; bellum quiete, quietem bello invicem eludentes (Livio) “rendendo vana alternativamente la guerra con la pace, la pace con la guerra”.

2) Nelle arti figurative, la corrispondenza incrociata, specialmente nelle statue di Policleto e policletee in genere, tra arti superiori e inferiori per cui al fianco più alto della gamba portante corrisponde la spalla più bassa, e viceversa.

3) In citologia, figura intrecciata costituita dai quattro cromatidi che nello stadio diplotene (vedi meiosi), dopo essersi accoppiati in una tetrade, scambiano tra di loro dei segmenti appaiati. I chiasmi costituiscono la spiegazione citologica del fenomeno dello scambio genetico o crossing-over.

4) In anatomia, chiasmo ottico, formazione interemisferica situata alla base del cervello, sotto il corpo calloso e davanti al tuber cinereum. Ha l'aspetto di una piccola lamina grossolanamente rettangolare, è costituita di sostanza bianca ed è il punto di incrocio dei nervi ottici che si continuano nelle benderelle ottiche.

Media


Non sono presenti media correlati