Questo sito contribuisce alla audience di

Halle an der Saale

Guarda l'indice

città nel Land della Sassonia-Anhalt (Germania), 136 m s.m., 239.400 ab. (stima 2003).

Generalità

Posta 30 km a NW di Lipsia, sul fiume Saale, poco a valle della confluenza in esso del fiume Weisse Elster, Halle an der Saale ha subito radicali trasformazioni urbanistiche durante i lunghi anni di appartenenza alla Repubblica Democratica Tedesca (1990), che hanno parzialmente cancellato i caratteri peculiari del centro storico, di origine medievale. È sede universitaria fin dal 1502.

Storia

Antica fortezza sulla Saale e centro di produzione del sale, appartenne dal sec. X all'arcidiocesi di Magdeburgo. Durante il Medioevo fu travagliata da una lunga lotta tra i cittadini ribelli e gli arcivescovi, che si concluse solo con l'affermazione della Riforma. Nei sec. XIII e XIV fece parte della Lega Anseatica. Alla fine della guerra dei Trent'anni entrò a far parte del Brandeburgo. Federico I di Prussia vi fondò nel 1694 una celebre università. Nel 1806 i Francesi riportarono a Halle an der Saale un'importante vittoria sui Prussiani. Halle an der Saale ha conosciuto, a partire dal sec. XIX, un notevole sviluppo industriale.

Arte

La città conserva una parte antica con vie strette e pittoresche intorno alla Marktplatz, circondata dai viali sorti sul posto delle mura. Tra gli esempi d'architettura tardogotica le chiese di St. Ulrich, di St. Moritz (sec. XIV-XV) e di Nostra Signora (1529-54). La cattedrale, già chiesa dei domenicani, fu ricostruita nel 1520-23 dal cardinale Alberto di Brandeburgo e decorata (1523-26) da un gruppo di scultori della scuola di H. Backoffen, le cui opere segnano l'ingresso dello stile rinascimentale in Sassonia: accanto alla cattedrale, la Residenza (1530-39) in stile di transizione. La Galleria di Stato (opere d'arte moderna e contemporanea) è ospitata nel Moritzburg, eretto dall'arcivescovo Ernesto tra il 1484 e il 1503.

Economia

Importante nodo stradale e ferroviario e attivo porto fluviale (Trotha), dotata di aeroporto, nel corso della sua appartenenza alla DDR è stata sede di grandi complessi metalmeccanici e chimici, oggi parzialmente in declino.

Curiosità e dintorni

Nata nell'antichità come centro di produzione del sale, la città ha conservato traccia della sua origine nel nome, che combina i due vocaboli celtici e germanici per sale: Halle an der Saale significa letteralmente “sale sul fiume sale”. Tra gli eventi più suggestivi figura la Festa delle lanterne, che in agosto porta sul lungofiume centinaia di luci colorate, bancarelle, giochi e musica. Ogni anno, inoltre, la città celebra con un grande festival musicale il suo concittadino più illustre, il musicista barocco Georg Friedrich Haendel.