Questo sito contribuisce alla audience di

settóre²

sm. [sec. XIV; latino tardo sector-ōris, da secāre, tagliare].

1) In geometria, settore di un cerchio o settore circolare, è la porzione di cerchio delimitata da due raggi e da uno degli archi da essi intercettato. L'area di un settore è 1/2 r, dove r è il raggio del cerchio e α è l'angolo al centro sotteso dall'arco misurato in radianti. Settore sferico è il solido generato dalla rotazione di un settore di cerchio intorno a un asse passante per il centro del cerchio, appartenente al piano del settore e non contenente alcun punto interno del settore. Nel caso in cui l'asse di rotazione contenga uno dei raggi del settore circolare, il settore sferico è delimitato da una calotta appartenente alla sfera ottenuta ruotando il cerchio cui appartiene il settore circolare; il suo volume è uguale a 2/3 πr²h, dove r è il raggio della sfera e h l'altezza della calotta sferica.

2) Spazio in forma di settore circolare; per estensione, spazio diviso, zona delimitata: i settori del Senato. Con accezioni specifiche: A) in urbanistica il termine indica una “parte” di città, funzionalmente caratterizzata, formata dall'insieme di più unità cittadine o quartieri. Esso rappresenta un modulo di espansione per la città industriale formata, appunto, dall'unione di più settori. Lo schema di crescita urbana per settori prevede, come quello concentrico, un unico centro, ma se ne differenzia in quanto le zone edificabili e le corrispettive attrezzature vengono predisposte a forma di zone cuneiformi anziché anelliformi; i cunei permettono, almeno teoricamente, di prevedere uno sviluppo della città quasi illimitato perché garantiscono, nei percorsi circolari, un'equivalenza di rapporti tra le zone edificate e quelle naturali. B) Nelle telecomunicazioni, settore telefonico, ambito territoriale decentrato, servito generalmente da più reti telefoniche urbane e da opportune interconnessioni interurbane caratterizzate da una numerazione univoca che consente collegamenti in teleselezione senza prefisso telefonico. Le reti telefoniche fanno capo a un centro di settore, che viene interconnesso con il cosiddetto centro del distretto telefonico di competenza. C) Nell'atletica leggera, lo spazio in cui deve cadere l'attrezzo (giavellotto, martello, peso o disco); inizia dalla pedana di lancio ed è delimitato da due raggi e un arco; la dimensione varia a seconda dell'attrezzo che deve essere lanciato. D) Nelle costruzioni meccaniche, porzione di cerchio che fa parte di un meccanismo, per esempio settore dentato ecc. E) In meteorologia, settore caldo, zona di aria calda compresa tra il fronte freddo e il fronte caldo di una depressione ciclonica. Nel corso dell'evoluzione del ciclone, il settore caldo tende a deformarsi e a ridursi per l'avvicinarsi dei due fronti: l'aria fredda si incunea sotto l'aria calda sollevandola e il settore caldo scompare negli strati superficiali pur permanendo a quote più elevate.

3) Fig., campo, ramo, branca di un'attività: il settore industriale; lavora nel settore pubblicitario.

In particolare, parte di un sistema economico comprendente un dato insieme di attività produttive. Secondo la terminologia introdotta da C. Clark i settori produttivi vengono solitamente classificati in primario (agricoltura), secondario (industria), terziario (servizi). Sono rispettivamente denominati settore privato e settore pubblico l'insieme delle attività economiche poste in essere da persone giuridiche private oppure pubbliche.

4) In analisi matematica, settore seno,settore coseno,settore tangente iperbolico, funzioni inverse delle funzioni iperboliche.

Media


Non sono presenti media correlati