Questo sito contribuisce alla audience di

vocalizzazióne

sf. [sec. XIX; da vocalizzare]. Atto ed effetto del vocalizzare; in particolare: A) in musica, lo stesso che vocalizzo. ) In fonetica, cambiamento di una consonante o semivocale in vocale, come per esempio nel caso della dieresi (visïon trisillabo invece di vision bisillabo). Con riferimento alle lingue semitiche, indicazione dei segni vocalici in un contesto scritto in un alfabeto che normalmente segna solo consonanti. C) In etologia, liberamente usato per qualsiasi suono prodotto da un animale, in generale con funzione di comunicazione. Più propr. il termine andrebbe limitato ai suoni emessi da un meccanismo vibratore collegato all'apparato respiratorio e quindi ai Vertebrati (esclusi i Pesci). Vocalizzazioni sono emesse nelle cerimonie di pacificazione, in contesti di allarme, durante la minaccia, il corteggiamento ecc.

Media


Non sono presenti media correlati