Questo sito contribuisce alla audience di

Cusciti

grande famiglia etnolinguistica dell'Africa nord-orientale. Vengono designate come Cusciti tutte quelle popolazioni costituenti il substrato etnico più antico dell'Etiopia e delle regioni nordorientali del Sudan. Anticamente stanziati nei territori dell'alto corso del Nilo, i Cusciti, così chiamati dal nome di Kūsh, primogenito di Cam, mossero, sotto la guida del re Shabaka, alla conquista di tutto l'Egitto. Alla potenza cuscitica posero fine prima gli Assiri, poi i Persiani con Cambise. I Cusciti sono attualmente suddivisi in numerose tribù, nelle quali prevale il tipo fisico etiopide, con tracce negroidi fra i gruppi meridionali; sono organizzati in clan prevalentemente matrilineari a economia agricola; alcuni di questi diedero origine a piccoli Stati distrutti dagli Abissini, dagli Oromo (Galla) e dai Somali, dai quali i Cusciti sono tenuti in condizione d'inferiorità. § La produzione artistica dei Cusciti dell'Etiopia e della Somalia è piuttosto modesta e può essere considerata, per la quasi totale assenza di un'arte tridimensionale e di pittura, una manifestazione di alto artigianato. Interessanti sono le statue funerarie dei negroidi Konso, scolpite rozzamente in lunghi tronchi di legno e poste sulle tombe dei guerrieri valorosi. I volti, molto allungati, hanno occhi, orecchi, capelli profondamente incisi; i corpi mancano quasi sempre delle braccia e hanno le gambe solo accennate. I vari personaggi sono riuniti in gruppi, dove la figura del guerriero sovrasta sempre quelle dei nemici vinti.

Media


Non sono presenti media correlati