Questo sito contribuisce alla audience di

Gerhardt, Ida

poetessa olandese (Gorcum 1905-? 1997). Studiò lingue classiche e tradusse una parte del De rerum natura di Lucrezio, accettata come tesi di dottorato nel 1942. Ha tradotto anche le Georgiche di Virgilio e, con Maria van der Zeyde, i Salmi (1972). Per le sue traduzioni vinse, nel 1968, il premio Martinus Nijhoff. Come poetessa si inserisce nel filone simbolista (Gorter, Leopold), prestando molta cura agli aspetti formali. Frequenti sono i rimandi alla cultura classica, al cristianesimo e a Yeats, integrati nell'immagine dell'unità del cosmo. Convinta della vocazione profetica della poesia, ne colse il nucleo elementare in avvenimenti in apparenza triviali. È in questo ambito di riferimenti che va intesa anche la sua lirica della natura.

Media


Non sono presenti media correlati