Questo sito contribuisce alla audience di

Mekong

Guarda l'indice

Geografia

Fiume (lunghezza 4500 km; bacino 810.000 km²) dell'Asia sudorientale, tributario del Mar Cinese Meridionale, uno dei maggiori del continente asiatico. Nasce in territorio cinese dai monti Tanglha e scorre dapprima verso E, attraversando il settore orientale dell'altopiano del Tibet, quindi verso S, incidendo una stretta valle parallela a quelle del Salween a W e dello Yangtze Kiang a E. Dopo aver solcato l'altopiano dello Yunnan, segna il confine tra la Birmania a W e il Laos a E, quindi, per breve tratto, quello tra Laos e Thailandia; piega successivamente a E, entra in territorio laotiano dove forma, a monte di Louangphabang, un brusco gomito verso S, e raggiunge nuovamente il confine con la Thailandia, che segna per quasi 800 km toccando Vientiane e Savannakhet. Nel suo tratto terminale attraversa interamente, da N a S, la Cambogia, di cui bagna la capitale Phnom Penh; percorre poi la Cocincina (Viet Nam) e sfocia a S di Hô Chi Minh con un ampio delta ramificato (ca. 70.000 km²), pianeggiante e fertilissimo territorio che corrisponde a una delle regioni di maggior addensamento demografico del mondo. Il corso del Mekong è interrotto frequentemente da cascate e da rapide (a Savannakhet, Khemarat, Khone e Kratié) che lo rendono navigabile solo per brevi tratti e nella parte terminale (550 km); la portata è quella caratteristica dei fiumi a regime pluviale-monsonico: a Phnom Penh si registrano 1700 m3/s nella stagione secca e 39.000 m3/s nella stagione delle piogge. I principali affluenti del Mekong sono: da sinistra, l'Ou, il Kong e lo Srepok; da destra, il Mun e il Tonle Sap. Nel 1994 è stato aperto un ponte (1070 m) che, superando il Mekong, collega la città thailandese di Nong Kai e la capitale del Laos Vientiane. In cinese, Lantsang Kiang o Lan-ts'ang Chiang; in pinyin, Lancang Jiang; in tibetano, Dze Chu; in thai, Mae Khong o Mae Nam Khong.

Arte

Nel quadro delle manifestazioni artistiche del Laos, la valle del Mekong assunse importanza particolare quale zona esposta alle influenze della civiltà siamese e di quella più antica dei Khmer. I santuari di Lak'on Kao e di Th'at P'anom sono sulla riva destra del fiume e quindi in territorio siamese, mentre i santuari di Th'at Ing Rang e il più estremo Vat Ph'u, pur essendo in territorio laotiano, appartengono all'arte khmer. Di questi due monumenti, il primo è di stile preangkoriano (con scene erotiche scolpite); il secondo, con annessi piccoli templi, è costruito sul fianco di una montagna e dotato di una via lastricata e di un sistema di gallerie.