Questo sito contribuisce alla audience di

Indicazioni e somministrazione dei fitoterapici

Le piante medicinali vengono spesso proposte come alternativa rispetto ai farmaci tradizionali, dei quali possono frequentemente rappresentare un utile complemento. I fitocomplessi in particolare possono ridurre i rischi di tossicità e di assuefazione. I prodotti erboristici sono inoltre utili per coadiuvare le normali funzioni dell'organismo, ma è necessario attenersi scrupolosamente ad alcune regole per un uso più sicuro delle erbe curative.


Per non correre rischi con le erbe, conviene attenersi ai seguenti consigli:
1) se si fa uso di preparazioni fitoterapiche, informare il proprio medico sul tipo di cura in atto (prodotto, quantità, frequenza di assunzione);
2) seguire rigorosamente le dosi e i tempi raccomandati: gli effetti nocivi provocati dalle erbe sono spesso dovuti a dosaggi eccessivi e ad assunzioni prolungate;
3) evitare di assumere preparati a base di erbe durante la gravidanza e l'allattamento: erbe che non causano problemi agli adulti possono essere nocive per il feto o il neonato;
4) evitare di assumere rimedi naturali di cui siano noti effetti collaterali o tossici;
5) prestare attenzione a eventuali sintomi di tossicità; nel caso di disturbi gastrici (nausea) o intestinali (diarrea) o cefalea che insorgono dopo l'assunzione di un'erba medicinale, interrompere subito la cura e riferire al medico;
6) i rimedi vegetali possono interferire con l'attività di altri farmaci, dando reazioni impreviste o effetti collaterali. Estrema cautela va osservata in presenza di malattie croniche;
7) non somministrare erbe curative a bambini di età inferiore ai 2 anni. Bambini, ragazzi e anziani non dovrebbero far uso di fitoterapici se non sotto stretto controllo medico.
 

In generale è preferibile la somministrazione di fitoterapici, da soli o in associazione, ma non nella stessa somministrazione. Vanno diluiti in poca acqua minerale naturale. La posologia media per le tinture madri è di 30-50 gocce al giorno, ma questa posologia varia nelle diverse età. Oltre che per ingestione attraverso pillole, capsule, infusi, tisane, succhi o sciroppi, le piante possono essere utilizzate anche per uso esterno. Numerose sono le possibili modalità di applicazione (inalazioni, suffumigi, fomenti, unguenti, impacchi ecc.).

ABC della Salute

Vuoi sapere come mantenere un'alimentazione sana ed equilibrata, prevenire disturbi fisici e mentali, sapere tutto sulle vaccinazioni e scoprire come curare l'insonnia?

Vai alla sezione ABC della salute