Questo sito contribuisce alla audience di

Alföld

vasta regione pianeggiante (ca. 100.000 km²) dell'Europa centrale, limitata dagli ultimi contrafforti dei Carpazi e dei rilievi balcanici (Alpi Transilvaniche). Situata in gran parte in Ungheria e in minor misura nella Serbia e Montenegro e nella Romaniaoccidentale, ha un'altitudine media di 110 m; anticamente occupata dal Mar di Pannonia, è costituita da terreni sabbiosi, alluvionali e lössici. Posta lontano dal mare e circondata da elevati rilievi, è caratterizzata da un clima spiccatamente continentale, con precipitazioni irregolari che spesso prendono forma di violenti acquazzoni; un tempo stepposa (puszta) è stata resa largamente produttiva grazie a grandi opere di canalizzazione e di irrigazione: colture di frumento, mais, cotone, barbabietole da zucchero, tabacco, frutteti e vigneti si alternano ai ricchi pascoli. Centri principali sono Debrecen e Seghedino. In Ungheria vengono distinti il Grande Alföld (Nagyalföld o semplicemente Alföld) o Pianura Ungherese Inferiore, che comprende le terre poste fra Danubio e Tibisco (la cosiddetta Mesopotamia ungherese), la zona a oriente del Tibisco fino alle Alpi Transilvaniche e un piccolo territorio (Mezöföld) situato sulla destra del Danubio sino al lago Balaton, e al di là della Selva Baconia il Piccolo Alföld (Kisalföld) o Pianura Ungherese Superiore. § Da Alföld prende nome un tipo di ceramica, chiamata ceramica a fasce (Bandkeramik), che rappresenta la produzione della più antica cultura neolitica dell'Ungheria nordorientale; sono stati rinvenuti centinaia di insediamenti con spaziose fosse, focolari e resti di mura in cotto. I prodotti ceramici comprendono scodelle quasi a bocca quadrata, vasi globosi e ciotole a fruttiera. Notevole la decorazione a graffito.

Media


Non sono presenti media correlati