Questo sito contribuisce alla audience di

Hazor

(ebraico Ḥāsōr), centro di Israele, nel Distretto Settentrionale, 11 km a NE di Zefat, a SW del lago di Hulah. Nei pressi si trovano le rovine dell'omonimo centro biblico che, nominato già nei testi egiziani di esecrazione e nelle lettere di Mari. Nei sec. XVIII-XVII a. C. era una delle più importanti città della Palestina. Nei sec. XIV-XIII era regno vassallo dell'Egitto. Al tempo della conquista israelitica è definito dalla Bibbia “il più importante di tutti i regni” dei Cananei. Il suo re Jabin e il generale Sisara furono sconfitti dalle tribù d'Israele guidate da Debora e Barac alla battaglia di Taanak (verso il 1100 a. C.); la tradizione sdoppiò la vittoria per proiettarla anche al tempo di Giosuè. Ricostruita e fortificata da Salomone e poi da Achab, fu distrutta da Tiglatpileser III nel 732 e rimase spopolata all'inizio del sec. VII.