Questo sito contribuisce alla audience di

Adda

Guarda l'indice

Generalità

Fiume della Lombardia(lunghezza 313 km; bacino 7979 km²), immissario ed emissario del lago di Como. Quarto d'Italia per lunghezza e sesto per l'ampiezza del bacino imbrifero, è per questi aspetti il maggiore affluente del Po, nel quale si getta da sinistra, mentre per portata d'acqua è secondo solo al Ticino.

Percorso

Nasce dal versante meridionale del monte del Ferro (Alpi Retiche), da tre laghetti posti presso il passo Alpisella, a 2290 m; incide la valle di Fraele, dove alimenta i laghi artificiali di San Giacomo e di Cancano, quindi entra nella conca di Bormio dove riceve il tributo dei torrenti Braulio, Bormina e Frodolfo. Da qui il fiume percorre tutta la Valtellina, arricchito dagli apporti del Roasco, del Poschiavino, del Mallero e del Masino, e si immette nel lago di Como presso Colico. L'alto corso dell'Adda ha carattere torrentizio, con forte azione erosiva; la massa di detriti che il fiume convoglia ha colmato l'antico delta lacustre sul lago di Como, formando il Piano di Spagna e isolando così il lago di Mezzola. Il fiume lascia il lago di Como dal ramo di Lecco, attraversa i laghi di Garlate e di Olginate e scorre quindi incassato fra due alte sponde di terreni morenici e alluvionali, alle quali si dice che si sia ispirato Leonardo da Vinci per lo sfondo della Vergine delle Rocce. Sbocca poi in pianura presso Trezzo sull'Adda e, ricevuti da sinistra i fiumi Brembo e Serio, serpeggia lento, con ampi meandri, finché sfocia nel Po presso Castelnuovo Bocca d'Adda, ca. 10 km a W di Cremona. Al forte di Fuentes, dove si immette nel lago di Como, l'Adda ha una portata media di 87 m3/s, con valori massimi di 177 m3 in giugno e minimi di 40 m3 in gennaio; all'uscita dal lago, a Lavello, la portata media è di 168 m3/s, con valori massimi di 282 m3 in giugno e minimi di 88 m3 in marzo. L'Adda è navigabile da Paderno d'Adda fino a Vaprio d'Adda e da Formigara alla foce; da esso prendono origine diversi canali, tra cui il Naviglio della Martesana, il canale della Muzza e il canale Vacchelli. Nel suo bacino sono situati numerosi impianti per la produzione di energia idroelettrica. § Le rive dell'Adda furono teatro di alcune battaglie, fra cui quella del 490 fra Odoacre e Teodorico; quella del 1437 fra Niccolò Piccinino, al servizio di Milano, e l'esercito di Venezia, e quella del 10 maggio 1796, fra Napoleone I e gli Austriaci (battaglia di Lodi).