Questo sito contribuisce alla audience di

benzòico

agg. (pl. m. -ci) [sec. XIX; da benzoe]. Detto di composto che contiene il radicale benzoile o che da questi può derivare. § Acido benzoico, composto chimico di formula C6H5COOH, che costituisce il più semplice acido carbossilico della serie aromatica. L'acido benzoico può essere preparato con metodi diversi, in particolare per ossidazione del toluene:

L'acido benzoico si presenta in aghi o in lamelle incolori, punto di fusione 121 ºC, poco solubili in acqua a freddo, assai più solubili in acqua bollente e nei solventi organici. Trova impiego quale intermedio di numerose sintesi chimiche. In forma libera o combinata l'acido benzoico è largamente diffuso in natura sia nel regno vegetale (balsami, resine, bacche e frutti di vario genere) sia nel regno animale. Negli animali è un ordinario prodotto di escrezione metabolica: gli erbivori ne eliminano con le urine forti quantità sotto forma di acido ippurico, cioè come prodotto di coniugazione con la glicocolla; in altre specie l'eliminazione di tale sostanza avviene previa coniugazione con acido glicuronico (acido benzoilglicuronico) e con l'ornitina (acido orniturico). L'acido benzoico ha proprietà antifungine e antibatteriche, in virtù delle quali viene correntemente aggiunto in preparati farmaceutici e prodotti alimentari come conservante. In campo terapeutico viene impiegato come antisettico del cavo orale, espettorante e disinfettante intestinale e delle vie urinarie. L'azione espettorante è particolarmente marcata nei suoi sali di ammonio e di sodio. Quest'ultimo possiede anche proprietà antireumatiche e antipiretiche; trova inoltre applicazione nel trattamento dell'ulcera gastrica e come diagnostico per l'esame della funzionalità epatica. § Aldeide benzoica, sinonimo di benzaldeide. § Anidride benzoica, composto chimico organico di formula (C6H5CO)₂O, ottenuto per reazione tra acido benzoico e anidride acetica in presenza di acido fosforico. Viene utilizzata come solvente e additivo di gomme butadieniche per incrementarne la resistenza meccanica.